Promozione Stay Cho.nnected: come funziona e quali sono i vantaggi per gli utenti?

Per le tue giornate di smartworking e per navigare su Internet in modo veloce e vantaggioso scopri la promozione Stay Cho.nnected.

Dal 16 fino al 27 novembre i nuovi clienti ho. ricevono un voucher da utilizzare per acquistare tanti diversi dispositivi Xiaomi, pensati per rendere più smart la propria esperienza di navigazione.

Il voucher offerto da Stay Cho.nnected viene inviato tramite email e va usato sul sito mi.com entro il 30 novembre.

Buono ho. Xiaomi_ Stay Cho.nnected _ ho. Mobile

Promozione Stay Cho.nnected: come funziona?

La promozione Stay Cho.nnected rappresenta un’ottima occasione per scoprire i tanti prodotti Xiaomi che migliorano la connettività dei propri dispositivi e per approfittare delle vantaggiose tariffe ho.

Alla contestuale richiesta della nuova SIM ho. si può fare richiesta per attivare il nuovo numero telefonico o per richiedere la portabilità del numero.

Il processo di acquisto è molto smart e veloce e, una volta ricevuta la SIM a casa, in meno di cinque minuti è possibile completare l’operazione.

Promozione Stay Cho.nnected: quali sono i vantaggi?

Grazie alla promozione Stay cho.nnected diventare clienti ho. è ancora più conveniente: il voucher consente di ricevere uno sconto di 20 euro sull’acquisto di tanti diversi prodotti.

Grazie allo sconto è possibile acquistare in modo conveniente power bank e cuffie wireless, lampadine smart a LED oppure una bilancia pesapersone, videocamere di sicurezza.

Se ti colleghi al sito https://www.ho-mobile.it/staychonnected/ puoi reperire l’elenco completo dei prodotti che aderiscono all’iniziativa:

  • Cuffie wireless Mi True Wireless Earphones 2 Basic. fino a 20 ore di autonomia, chiamate perfette e audio eccezionale,
  • Purificatore d’aria – Mi Air Purifier 2H, che permette di monitorare la qualità dell’aria in tempo reale e creare aria pulita per una vita più sana,
  • Bilancia pesapersone Mi Body Composition Scale 2 con rilevatore di variazioni di peso di soli 50 grammi, 13 parametri di composizione corporea e test dell’equilibrio,
  • Videocamera di sicurezza Mi Home Security Camera 360° 1080p che consente di proteggere ciò che conta con visione a 360°, visione notturna a infrarossi e rilevazione di movimento,
  • Lampadine Mi LED Smart Bulb 2-Pack bianche e a colori, con controlli smart e illuminazione su misura,
  • Spazzolino elettrico Mi Smart Electric Toothbrush T500 che assicura una protezione smart, pulizia personalizzata con motore a levitazione magnetica ad alta frequenza e modalità di pulizia personalizzate.

Ho.: chi è e assistenza alla clientela

Ho. è un servizio di telefonia mobile offerto da Vodafone Enabler Italia (VEI) ed è un operatore virtuale di telefonia mobile (ESP MVNO) italiano.

Ho. si distingue dalla concorrenza per offerte semplici e chiare. niente costi extra, superamento di soglie o vincoli “ingannevoli”.

È possibile contattare questo operatore online e in oltre 3.000 punti vendita. In caso avessi bisogno di assistenza, gli operatori sono sempre a tua disposizione.

Basta contattare l’assistenza alla clientela al numero gratuito 19.21.21.

Tim Cook presto in Italia

tim-cook-apple-watch

Il CEO di Apple molto presto arriverà a far visita in Italia, precisamente in quel di Milano per una inaugurazione accademica. I dettagli offerti purtroppo non solo molti, quindi non possiamo dirvi cosa farà, se ci saranno dei garget o si limiterà a fare da presenza.

L’università che avrà il piacere di ospitare il CEO di Apple sarà la Bocconi di Milano, l’appuntamento, almeno stando al banner pubblicitario, dovrebbe essere fissato per il giorno 10 novembre alle ore 11:00.

Ulteriori conferme inoltre della sua presenza arrivano anche dall’account Twitter dell’università che segnala: “SAVE THE DATE @tim_cook ceo @APPLEOFFIClAL il 10/11 all’inaugurazione dell’anno accademico in #Bocconi pic.twitter.com/DzkgtW7z8g — Università Bocconi (@Unibocconi) 6 Ottobre 2015”. Potrebbe essere una buona occasione per fare una capatina a Milano, no?

Il CEO di Alphabet attacca Apple Music

Apple Music

Oggi ci sono stati degli attacchi pubblici da parte del CEO di Alphabet sul noto e famoso servizio di streaming musicale by Apple, ovvero Apple Music. Apple Music è ufficialmente attivo dallo scorso giugno e mese dopo mese gli utenti attivi aumenta sempre più, tuttavia il servizio sta per arrivare anche su Android.

Il Ceo di Alphanet Eric Schmidt durante un editoriale che era fortemente incentrato sull’importanza e le funzioni delle IA, ovvero l’intelligenza artificiale, ha attaccato volutamente Apple ed il suo servizio musicale.

Eric in modo particolare ha ribadito che non ama il modo in cui Apple gestisce la sua radio, ovvero affidandosi ad importanti DJ in carne ed ossa, definendo come “il gusto di una persona possa influenzare le altre. Sarebbe meglio lasciar creare le playlist ad un algoritmo”. Una mossa voluta unicamente per screditare Apple ed il suo ottimo servizio?

I lavori all’Apple Campus 2 proseguono

Apple Campus 2

L’Apple Campus 2, la nuovissima sede operativa di Cupertino che dovrebbe essere operativa entro la fine del 2016, si torna a mostrare in uno scatto inedito effettuato direttamente da Apple. La fotografia mostra i progressi in corso con i lavori che tuttavia, come si evince, non sono per niente finiti.

La struttura è davvero enorme, dovrebbe essere in grado di ospitare al proprio interno più di 1000 persone e potrebbe essere quindi utilizzato anche come sede per la presentazione di futuri prodotti. In termini di metri quadrati calpestabili dovremmo essere ben oltre i 12.000, praticamente la grandezza di un nostro comune appartamento…

Pare inoltre che verrà creato sul tetto uno spazio apposito per ospitare i visitatori ed osservare tutto il bellissimo panorama circostante. Alla fine del 2016 manca poco più di un anno, gli addetti ai lavori riusciranno a fare in tempo?

Apple collabora con il pentagono

apple

Il pentagono in persona ha annunciato un importante partnership con Apple, Boeing, Harvard e tante altre società per la progettazione e la realizzazione di dispositivi e sensori che possono esser utilizzati per la sicurezza nazionale e mezzi militari.

Il nome di questa partnership è FlexTech Alliance, e conta un numero sproporzionato di aziende, ben 162. La speranza è che tutte le nuove tecnologie sviluppate possano essere utilizzate all’atto pratico in battaglia con i soldati, i mezzi e qualsiasi aiuto siano in grado di dare.

Il gorverso degli Stati uniti metterà a disposizione la spropositata somma di 75 milioni di dollari e sono in arrivo anche altri 90 milioni di dollari da aziende private e ben 171 milioni di dollari da parte di tutti i governi locali.

Un importante ingegnere di Tesla in Apple

Jamie Tesla

Secondo indiscrezioni emerse in rete recentemente Apple avrebbe avvicinato all’azienda un importante figura del settore automobilistico assumendola a tutti gli effetti. Stiamo parlando di Jamie Carlson, l’ex ingegnere che ha lavorato in Tesla Morors.

Da ormai troppo tempo circola infatti voce che Apple stia progettando un auto elettrica all’interno dei propri laboratori, ma naturalmente tale notizia non viene ne confermata ne smentita, per cui si deve cercare di andare avanti ad ipotesi e rumors per farci un idea della situazione.

Se si va sul profilo ufficiale di LinkedIn di Jamie Carlson si vede come il famoso ingegnere abbia aggiornato il profilo inserendo come “lavoro attuale” presso Apple, Special Project. Ora se un auto segreta non è un progetto speciale noi non sappiamo cosa potesse mai intendere Jamie.

Altro scacco di Apple su Samsung

Apple-vs-Samsung-640x248

Ultimamente la lotta tra Apple e Samsung riguardante la violazione di alcuni brevetti da parte della società coreana sta andando per le lunghe, ma ogni tanto arrivano delle novità visto che la faccenda è tutt’altro che chiusa ed impolverata.

Recentemente infatti la US Federal Circuit Court of Appeals ha respinto l’ultimo appello di Samsung in cui la società coreana chiedeva di rivalutare almeno in minima parte l’enorme cifra riconosciuta ad Apple per i danni subiti.

Purtroppo anche in questo caso Samsung ha dovuto fare un passo indietro, ma la faccenda non è ancora chiusa perchè numerose società quali Facebook, Google e diverse altre si sono schierate dalla parte di Samsung, per cui ne vedremo ancora delle belle in merito.

MacRumors

Apple spende quasi 1 Mln di dollari per la sicurezza del suo CEO

tim-cook-apple-watch

A quanto pare Apple è molto legata al suo attuale CEO Tim Cook, e si preoccupa fin troppo per la sua sicurezza. Non sapete di cosa stiamo parlando? Ve lo spieghiamo subito.

Secondo un documento emerso in rete chiamato “Schedule 14A” è emerso che la nota azienda di Cupertino spenderebbe l’esorbitante cifra di 700.000 $ all’anno per garantire la sicurezza di Tim Cook.

Ovviamente queste spese riguardano la sicurezza del CEO oltre che durante fiere ed eventi pubblici anche presso la sua abitazione, e somma in maniera generale gli stipendi di eventuali scorte e guardie del corpo, tanto per far capire quanto sia dura la vita di un uomo così importante come Tim Cook. Naturalmente è bene sottolineare che non è un caso isolato ma anche altre aziende si sono sempre adeguate di conseguenza con i propri dirigenti.

9To5Mac

Via libera ai nuovi iPhone in Cina

Il Ministero dell’Industria e dell’Information Technology (MIIT) ha dato il via libera per vendere i nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus nel territorio cinese,

Apple vs Samsung, prove tecniche di pace

apple-samsung1

Sono vere e proprie prove tecniche di pace, quelle alle quali stiamo assistendo corso degli ultimi giorni tra Apple e Samsung. Dopo aver in qualche modo aggiustato a sorpresa i rapporto con Google, infatti, il brand di Cupertino intende allentare la pressione anche nei confronti dell’azienda coreana, anche se siamo soltanto nel campo delle indiscrezioni.

iPhone: 5 anni fa l’esordio

Cinque anni fa, sul palco del Macworld Expo, Steve Jobs annunciò la morte della telefonia mobile, almeno quella che conoscevamo all’epoca. Telefoni come il Nokia N95 o il palmOne (mostrato nella foto qui sopra) sono stati letteralmente spazzati via da un nuovo dispositivo, l’iPhone.

Questo device sbalordì subito il mondo per le sue caratteristiche innovative, molte delle quali sono sono ormai parte integrante del nostro quotidiano.

Se ci fosse Steve Jobs…

La serata di ieri è stata resa più vivace dalla pubblicazione di un rumor che ha visto protagonisti Apple e LG Display. Le due aziende starebbero negoziando un accordo per la fornitura di displayda 7 pollici per un presunto iPad mini e da 4 pollici per iPhone 5.

Già da tempo si parla di un nuovo iPhone con display più grande ma in questa occasione ci è stato fornito un dettaglio in più: il display da 4 pollici manterrà la stessa risoluzione dell’attuale Retina Display, ovvero 960×640.

Steve Jobs: 1955-2011

È una notte veramente triste questa in cui apprendiamo la notizia che Steve Jobs si è spento ieri 5 ottobre 2011.

Non abbiamo parole per descrivere ciò che proviamo, anche se siamo sicuri che di parole presto ne scorreranno a fiumi.

Quello che è stato Steve Jobs è sotto gli occhi di tutti e la cosa migliore ora è raccogliere le idee in silenzio.

Di seguito la comunicazione di Tim Cook ai dipendenti con il triste annuncio:

Team,
devo condividere con voi una notizia molto triste con tutti voi. Steve è spirato quest’oggi.
Apple ha perso un genio creativo e visionario e il mondo ha perso uno straordinario essere umano. Quelli fra noi che sono stati abbastanza fortunati da conoscere e lavorare con Steve hanno perso un caro amico e un mentore ispiratore. Steve lascia un’azienda che solo lui avrebbe potuto costruire e Apple sarà per sempre fondata sul suo spirito.

Stiamo mettendo a punto una celebrazione della straordinaria vita di Steve per i dipendenti Apple che avrà luogo presto. Se volete condividere i vostri pensieri, ricordi e condoglianze nel frattempo potete semplicemente inviare una email a [email protected]

Non ci sono parole per descrivere a pieno la nostra tristezza per la morte di Steve o la nostra gratitudine per l’opportunità di lavorare con lui. Continueremo a ricordarlo e a rendergli onore dedicando noi stessi alla continuazione del lavoro che lui amava così tanto.

Tim

Un annuncio simile è pubblicato sulla Homepage www.apple.com.

Addio Steve, ci mancherai.

Concept e rumors: ma non vi siete scocciati?

Per quanti di voi non lo sapessero, gli articolisti di iPhoner.it non scrivono a livello amatoriale per un blog (come accade in quasi tutti i blog), ma lavorano a livello professionale (o almeno ci provano) per una testata giornalistica registrata. E un giornalista non vive di rumors e concept, ma vive di notizie.

Xcode 4.1 gratuito? Si, ma solo per utenti Lion!

In questi ultimi due giorni gli Apple-lovers hanno praticamente prosciugato la banda dei server di Cupertino per scaricare il nuovo sistema operativo Mac OS X Lion. A grande sorpresa, una volta installato, sul Mac App Store è apparsa la possibilità di scaricare gratuitamente la versione 4.1 di Xcode, il tool di sviluppo per creare applicazioni per tutti i device Apple. La notizia ha fatto il giro del mondo in un attimo, e anche i matusa con Snow Leopard hanno pensato di approfittarne, ignari della sorpresa che avrebbero trovato: solo gli utenti Lion possono scaricare Xcode 4.1.

iPhoner intervista Mutant Milk, lo sviluppatore di PriorityList

Una delle applicazioni rivelazione di queste ultime settimane è senza dubbio PriorityList di Mutant Milk. Questa splendida app ve l’abbiamo recensita qui. Non appena siamo venuti a conoscenza che lo sviluppatore era italiano non abbiamo esitato nenache un secondo e lo abbiamo intervistato per conoscere i segreti di un dev di talento.

Di seguito trovate l’intervista completa:

T-Shirt Apple autoironica in vendita all’ Apple Corporate Store

Per chi di voi -fortunato/a- potrà mai mettere piede nel quartier generale Apple, situato nella famosissima 1 Infinite Loop a Cupertino, in California, quello che vi riportiamo è un souvenir da non lasciarsi scappare:

“Ho visitato il campus Apple, ma questo è tutto ciò che mi è permesso dire.”


E sul nuovo Topolino spuntano l’iPap e le ApPap

Per chi ancora non lo avesse saputo, dalla giornata di ieri lo storico giornaletto Topolino, amico di infanzia e non solo di molti di noi, ha introdotto due importanti novità. La prima riguarda una storia al suo interno, la prima ad essere completamente creata con tavoletta grafica e photoshop; la seconda riguarda la possibilità di sottoscrivere un abbonamento per leggere il fumetto su iPad. E sfogliando online le pagine della versione demo del fumetto, ci si imbatte in una divertentissima storia intitolata Zio Paperone in: l’iPap è una rivluzione.