Lavorare con iPhone

di Redazione 259 views6

Le caratteristiche multimediali di iPhone e le sue specifiche tecniche, quali l’interfaccia touch, la connessione Internet, un valido schermo e sopratutto un ottimo sistema operativo rendono questo prodotto estremamente versatile, capace di soddisfare esigenze di ogni tipo, sia relative all’intrattenimento sia alla produttività.

In molti ritengono, erroneamente, che lo smartphone con il quale lavorare sia il BlackBerry, snobbando iPhone come fosse poco più che un videogioco: niente di più falso.

La quantità di applicazioni disponibili sull’App Store, dedicate alla produttività e all’ufficio, è veramente notevole, e molti programmi consentono di ottenere risultati davvero eccellenti.

Per iPhone sono disponibili visualizzatori di ogni tipo di formato Office, così come intere suite che permettono la creazione e l’editing di documenti, anche quando si è distanti dal proprio pc. Non mancano anche le calcolatrici finanziarie, i registratori di appunti vocali e i visualizzatori di file in formato Pdf. iPhone permette inoltre la gestione dei fax, dei database e addirittura il controllo remoto del proprio desktop.

Per lavorare iPhone è uno strumento estremamente versatile, capace di saltare dall’esecuzione di un frenetico videogioco alla gestione di fogli elettronici molto complessi. Nessun altro smartphone in commercio offre la stessa versatilità.

Commenti (6)

  1. Si, peccato che si debbano spendere un sacco di soldi in App aggiuntive che invece sono native sui Blackberry.
    E poi mancano due cose fondamentali per il lavoro, tastiera fisica ed email cifrate.

  2. Beh io con una decina d’euro posso:
    scaricare file da qualunque sito, organizzarli in cartelle sull’iPhone, se sono immagini condividerli su Picasa, Facebook e Flickr oppure per qualunque altro file posso caricarlo al volo su Box.net o DropBox per condividerlo, posso editare documenti presenti in questi spazi e ricaricarli per ricondividerli ecc. Tutto senza collegare l’iPhone al Mac. Niente di particolare ok, ma una cosa devo dirla: è facilissimo e velocissimo.
    Poi vabbé posso sincronizzare tutti i miei calendari di Google Calendar (anche quelli condivisi ovviamente), usare i segnalibri di tutti i browser che voglio, condividere la clipboard con il mac al volo, guardare in streaming via 3g o wifi tutti i miei file multimediali (anche se su hdd esterni, basta che collegati e accesi)…

  3. Ti rendi conto vero che la maggior parte delle cose che hai detto non hanno nulla a che fare con il lavoro?
    L’iPhone è senza dubbio il migliore smartphone al mondo, ma per il lavoro il Blackberry domina.

  4. Dipende da quale lavoro è quello in questione, perché per chi lavora nel multimediale pesante o leggero e in generale nell’audio-video, troverà nell’iPhone il compagno perfetto.

  5. Ragazzi io ci lavoro benissimo con l’iphone 4, è vero che bisogna spendere per i software aggiuntivi, ma sono cifre veramente sciocche, la tastiera nativa manca, ma esiste quella bluetooth, anche se sinceramente non ne ho mai avuto il bisogno, la sensibilità e la larghezza dello schermo è eccezionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>