John Carmack, iD software e lo sviluppo per iPhone

di Simone Dosoli 1

John Carmack

Sono sicuro che il nome John Carmack riporterà alla memoria di alcuni di voi buoni e vecchi ricordi. Per i più giovani, il signore citato poche parole fa, è colui che si nasconde dietro videogiochi come Wolfenstein 3-D, Doom e Quake nonché co-fondatore della iD Software.

Da qualche tempo la software house si è affacciata anche sul mercato iPhone: “non è stata una decisione strategica importante, è solo che mi piace tantissimo questo piattaforma”, sono state le sue parole a proposito di questa scelta, anche se non ha risparmiato critiche a come le cose vengono svolte a Cupertino per quanto riguarda la gestione delle App. Per lui si tratta di una sorta di “ritorno a casa”, poiché le sue prime applicazioni furono scritte su un Apple II: perché questo riavvicinamento?

All’inizio si trattava solo di sete di curiosità: capire come scrivere software, progetti senza uno scopo preciso e poi ha realizzato che sviluppare per il telefonino Apple era “facile e divertente”.  Ma cominciamo dall’inizio.

Il primo progetto a prendere davvero forma è stato “Doom Resurrection”, FPS che integra una grafica presa da Doom 3 ma offre movimenti limitati a situazioni specifiche: un’anomalia rispetto a quello che il titolo solitamente rappresenta (“si tratta di muoversi e far saltare in aria tutto”) in quanto era stato elaborato con quelli che, secondo Carmack, erano i limiti della piattaforma in quel momento soprattutto al riguardo della gestione del personaggio.

A vedere il database dell’iTunes Store, il primo titolo ad apparire è stato “Wolfenstein Classic”. Durante l’evoluzione del gioco furono sperimentati  il sistema di controllo (“non credevamo di poter arrivare ad averne uno soddisfacente”) e la velocità di gioco, poi ottimizzati con la successiva uscita di Doom Classic. John si è dichiarato eccitato di vedere come il pubblico reagirà all’arrivo di quest’ultima App, ma è “dispiaciuto di non avere un pulsante che permetta di utilizzare i controlli come Wolfenstein”.

E i prossimi piani della iD? Beh, a quanto pare l’ordine sarà cronologico: è sicuro l’arrivo di “Doom II RPG, ormai in via di sviluppo”, nonché quello di “Quake”. L’unica eccezione sarà un videogioco basato su Rage, FPS dall’ambientazione futuristica di cui non si conosce ancora la data di uscita, che dovrebbe arrivare proprio nel momento in cui l’originale uscirà in versione console e PC/Mac.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>