Steve Jobs era fiero dell’effetto elastico di iOS

di Lorenzo Paletti 542 views0

Quando si scorre una pagina su un iPhone e questa raggiunge il limite superiore o inferiore, è possibile osservare uno sfondo della pagina. Terminando lo scorrimento, la pagina rimbalza nella sua pozione originaria. Il rubberband effect, o effetto elastico, se preferite l’italiano, stava molto a cuore a Steve Jobs, che pare abbia messo in guardia spesso Samsung sulla copia di tale effetto.

La notizia arriva da alcune deposizioni del processo Apple VS Samsung registrate negli scorsi mesi. Durante l’intervento di Scott Forstall, il VP addetto allo sviluppo di i Phone e iOS ha ricordato che Jobs aveva contattato Samsung per parlare dell’effetto elastico, e aveva spiegato che il suo team lo stava integrando in iOS e non voleva vederlo sui dispositivi della concorrenza: “Non ricordo con precisione. Penso fosse solo una di quelle cose che diceva Steve. Questo è qualcosa che abbiamo inventato noi. Non copiatelo. Non rubatelo“.

Samsung non ha dato peso alla cosa, e quando nel luglio 2010 Jobs si è incontrato con rappresentati di Samsung per la causa tra le due compagnie, l’effetto elastico ha giocato un ruolo fondamentale: “L’effetto elastico è una delle cose fondamentali per la fluidità di iPhone e iOS, e una di quelle cose a cui Steve teneva molto. Penso che Android non avesse l’effetto e lo abbia aggiunto in seguito. Quindi sono passati dal non copiare e non infrangere brevetti – al copiare, che è triste e riprovevole. Ma non posso ricordare con precisione la cosa. Ma mi aspetto che se ne sia parlato, perché era una delle cose fondamentali di cui avevano parlato, io e lui ne avevano discusso, ma non ricordo se se n’era parlato“.

[via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>