Jailbreak? E’ solo una gran perdita di tempo

Spread the love

In questi ultimi mesi gli hacker del famoso Dev-Team stanno letteralmente sbattendo la testa contro iOS, in quanto non riescono proprio a venire a capo delle intricate righe di codice per trovare una falla che permetta il jailbreak untethered dei dispositivi. Proprio nelle ultime ore stava per essere rilasciato l’exploit per iOS 4.2.1, ma si è saputo che l’aggiornamento 4.3 ha chiuso la falla, e quindi bisognerà ricominciare tutto daccapo.

Ora quindi la mia domanda è questa: vale davvero la pena aspettare con tanta ansia il jailbreak e applicarlo ai nostri dispositivi non appena è disponibile? A mio avviso non ne vale la pena, e vi spiego perchè. Partiamo dai punti positivi. I vantaggi del jailbreak stanno essenzialmente nella possibilità di creare tweak e applicazioni che sfuggono al controllo della Apple. Tramite queste procedure si aprono una moltitudine di possibilità per l’utente, che potrà personalizzare con temi il proprio dispositivo, installare applicazioni craccate che altrimenti avrebbe dovuto pagare e accedere ad applicazioni che hanno maggiori funzioni rispetto alle app legali, come il wifisync, la possibilità di vedere contenuti flash, di accedere velocemente ad alcune impostazioni, di eseguire operazioni dalla riga di comando, di navigare nella root del dispositivo in modo facile ecc…

Tutti i jailbreak però hanno dovuto confrontarsi con un nemico: l’aggiornamento del sistema operativo. Ogni volta che veniva fuori un nuovo aggiornamento bisognava ricominciare tutto dall’inizio. A volte un exploit andava bene per più di un aggiornamento, altre volte invece bisognava rimettersi al lavoro.

Così davanti ad un nuovo aggiornamento l’atteggiamento di un utente che ha il dispositivo sbloccato è duplice: o esegue l’aggiornamento con la consapevolezza di perdere tutto ciò che ha fatto dal precedente jailbreak e attende con pazienza e speranza qualche nuova genialata degli hacker, oppure rimane imperterrito con il vecchio sistema operativo perchè non vuole rinunciare a tutte le comodità del jailbreak e intanto aspetta anche lui con ansia il nuovo sblocco perdendosi tutte le novità dell’aggiornamento.

Ma il bello deve ancora venire. Appena viene messo in rete il nuovo jailbreak comincia la corsa: i blog cercano di essere i primi a pubblicare le guide (spesso e volentieri usando immagini e screenshots delle vecchie guide per fare prima) e gli utenti cercano di essere tra i primi ad eseguire lo sblocco per poter lasciare i loro autorevoli commenti nei suddetti blog. Molti utenti non riescono a seguire la procedura, così centinaia di dispositivi rimangono bloccati ed inutilizzabili e i commenti dei blog diventano degli help-desk. Intanto gli hacker vengono a conoscenza degli errori del package rilasciato e ne rilasciano una nuova versione, così i blog riaggiornano le loro guide e gli utenti che avevano i dispositivi bloccati ripristinano tutto e ritentano con la nuova procedura. Le preziose ore di sonno volano e quando anche l’utente meno fortunato riesce nell’impresa, sono tutti felici e contenti perchè il loro dispositivo è sbloccato.

E non è finita qui: fatto il jailbreak bisogna aggiornare i package di cydia; poi bisogna scaricare di nuovo tutti i package e i tweak che avevamo installato; se c’era un backup bisogna caricarlo sul dispositivo collegandosi a server e repository, ma sicuramente qualcosa andrà storto e saremo al punto di partenza; poi risincronizziamo il dispositivo per caricare le applicazioni craccate ma le icone della organizzatissima springboard ora sono in ordine sparso e ci vuole una buona mezz’ora per riorganizzarle; poi tocca riscegliere il tema del dispositivo e delle icone, e sicuramente ne sceglieremo uno nuovo e più figo e poi, dopo parecchie ore, forse saremo felici. Uff, mi sono stancato solamente a pensare e a scrivere quest cose, e chi ha seguito queste procedure sa di cosa sto parlando e sa quanto tempo si perde.

Ma la frustrazione massima arriva dopo un paio di mesi, quando la Apple rilascia un nuovo aggiornamento e siamo al punto di partenza, dinanzi al solito bivio: facciamo l’aggiornamento o aspettiamo? E così gli hacker brancolano nel buio, poi trovano un exploit, poi lavorano per diversi mesi, poi rilasciano il jailbreak, poi i blog fanno le guide poi … già lo sapete come funziona, è sempre tutto uguale.

A molti poteva anche piacere questo adrenalinico tram tram, ma ora siamo arrivati ad un punto cieco: la Apple ha quasi completamente recluso ogni possibilità di fare il jailbreak. Lo dicevo all’inizio dell’articolo: il dev-team è pronto a rilasciare il jailbreak di iOS 4.2.1 ma si sono accorti che già nelle versioni beta della versione 4.3 il nuovo tool non funzionerà. Nelle ultime ore è tornato a farsi vivo anche Geohot dicendo di aver trovato il modo di bucare anche iOS 4.3. Ora, se io fossi un hacker, non perderei tutto questo tempo se non ci guadagnassi qualcosa, e tra notorietà e soldi sicuramente preferirei i contanti. Quindi cosa ci guadagnano questi hacker a fare il jailbreak? E’ una semplice sfida contro il sistema impiantato dalla Apple o è una dimostrazione della propria bravura? Non mi fraintendente, considero gli hacker degli artisti, perchè l’iniziale passione e bravura diventa sfida, la sfida diventa traguardo e il traguardo diventa scopo. Ma se questi protagonisti del jailbreak vivono di donazioni degli utenti, sinceramente avanzerei qualche dubbio. Poi intorno a loro si è creata una sorta di devozione: i loro tweet diventano articoli di blog, i loro screenshots assumono il valore di immagini sacre, i loro nomi sono diventati famosi come supereroi della Marvel!

E noi invece cosa ci gudagniamo? Tra tempo impiegato e sonno perso per eseguire una procedura che poi dovrermo fare almeno 4 volte l’anno mi sembra piuttosto che ci perdiamo! Soprattutto ora che anche le migliori applicazioni presenti nelle repository di Cydia sono a pagamento e costano anche più delle applicazione sull’App Store!

Inoltre se eseguo il jailbreak avrò un dispositivo con garanzia invalidata! Eh si, perchè anche se in america il jailbreak è stato dichiarato legale, se andiamo in un centro Apple troviamo in bella mostra un cartellino che certifica l’invalidità della garanzia dei dispositivi sbloccati, anche se lo abbiamo comprato poche ore prima. Alcuni utenti credono che sia sufficiente riportare il dispositivo allo stato originale ripristinando il software per risolvere il problema, ma in realtà esistono dei file log che hanno già memorizzato le procedure del jailbreak ed altri file e cartelle che si sono impiantate nella root e che non vengono rimosse con il ripristino, diventando traccia e attestazione dello sblocco.

Insomma, credo che la mia posizione sia piuttosto chiara: non sono contro il jailbreak, ma contro tutto ciò che comporta e contro l’inutile rincorsa a cui ci siamo abituati, quindi preferisco avere un dispositivo in regola e sfruttarlo in tutte le sue potenzialità piuttosto che ricercare metodi per portarlo oltre ma che alla fine sono completamente inutili, perchè l’ultima parola c’è l’ha sempre la Apple che con un aggiornamento butta via tutto!

21 commenti su “Jailbreak? E’ solo una gran perdita di tempo”

  1. ho fatto il JB 5 volte (3g e egs) fino a quando ho preso l’iphone 4 verso novembre ed ho deciso di lasciarlo così com’è.
    A parte le cavolate da geek (5 colonne di icone- problema risolto con le cartelle, sbsettings per spegnere il wi-fi per non perdere quei 5 sec in + per arrivarci da impostazioni – problema risolto dalla > durata della batteria dell’iphone.. ke se mi fa arrivare a sera mi basta e avanza e lascio così il wi-fi sempre ON………) gli unici utilizzi seri che facevo del JB erano poter usare FaceTime via 3G e usare il telefono come hotspot wi-fi per sfruttarne la rete 3G col computer. entrambe le soluzioni mi facevano risparmiare non poco: 90% delle chiamate gratis dato che quasi tutti i miei numeri preferiti avevano l’iphone JB e poi ho buttato la chiavetta per il portatile.
    Purtroppo un tempo il JB era molto + veloce e dal rilascio del nuovo firmware apple passavano settimane, non mesi…. quindi aveva un senso. Ma ora?? stiamo aspettando il JB del 4.2.1 unthethered da mesi….sinceramente nn ne vale la pena! ma a pensarci meglio… quando mai spengo il cellulare?? l’ultima volta sarà stato 3 settimane fa…. OPS !! forse il thetered uscito mesi fa mi bastava e avanzava senza bisogno di aspettare questo agoniato unthetered… Corro a Jailbreakarmi subito il telefono.. e quando arriverà l’unthetered come pacchetto cydia (come si rumoreggiava tempo fa) non farò altro che scaricare il tweak.. nel frattempo se avrò spento il cellulare per sbaglio un paio di volte, cercherò di avere il computer a portata di mano.

    Rispondi
    • L’untethered per 4.2.1 esiste da una settimana e l’ho applicato ieri sia all’ipad che il touch, aspetto a farlo sjl 3gs. Io sono favorevole al JB nonostante appoggi Apple per l’hardware che sforna, ma sono contrario all’ottusaggine nel voler fare sistemi chusi. Perche’ accontentarci di cio’ che ci rifila apple store, quando gli idevice sono potenzialmente e maggiormente utilizzabili?

      Rispondi
  2. Concordo su tutta la linea. Sono anni che non vado più d’appresso a JB e robe varie. Felicissimo e… con un TOT di tempo in più!

    Rispondi
  3. Sarà che mi avvicino ai 40, ma mi son rotto le balle anche io del jailbreak e da quando ho dovuto sostituire iPhone 4 in garanzia ho deciso di non farlo più.
    Aggiungo una piccola nota tecnica, detta molto in soldoni (mi scuseranno i più esperti): spesso per ottenere il jailbreak viene iniettato codice di versioni molto vecchie di iOS, il che comporta effettivamente una certa perdita di stabilità.
    Questa perdita di stabilità, purtroppo, a volte accade anche senza jailbreak (basta leggersi il forum Apple per farsi un’idea).
    Ma veramente non credo ne valga più la pena.
    Il fatto è che ormai s’è creato un mondo fatto di software anche a pagamento intorno al jailbreak.
    Un applauso a Leonardo per l’ottimo articolo, ma credo che siamo solo all’inizio del problema.

    Rispondi
  4. Concordo su tutto quanto, io fino a 2 settimane fa possedevo un iphone 2g americano che necessitava obbligatoriamente di jb, ora ho l’iphone 4 e non lo sblocco. quando la apple annuncio che non avrebbe più rilasciato update per l’EDGE ho esultato.
    @Gianluca, io penso che il jb (non sto dicendo che è il tuo caso) non possa essere un fattore morale, se lo faccio e perchè voglio “rubare” non credo ci siano principi morali che possano portare a spendere 700€ per un dispositivo e poi rinunciare alla garanzia. cioè il dispetto mica lo fai alla apple…

    in ogni caso bellissimo l’ads di google nel mezzo dell’articolo che sponsorizza sblocco iphone a 15 € uahauhuahauahuahauahua

    Rispondi
  5. @vikente
    Non ho mai pensato di jailbreakkarlo per installarci copie pirate…anzi io sull’Iphone ho sempre acquistato sia in App Store che su Cydia…e io continuo ad essere convinto che il JB apra l’HW nella sua potenzialità. I temi ad esempio (che sono precluse anche su Mac Os X) sono un tocco artistico in più della springboard…Lo springboard dell’Iphone non JB e’ piatto..questa e’ ovvio una delle cose.

    Rispondi
  6. non ho mai capito perché si pretenda una “apertura” di iPhone?! neanche fosse il medico ad ordinarci di comprarlo! ci viene proposto da Apple con certe caratteristiche ben note, e lo prendiamo se ci va bene, altrimenti guardiamo altrove; questa è la libertà che dovrebbe bastarci…
    concordo con chi dice che la maggioranza di coloro che eseguono il JB (Luca sono certo sia la classica eccezione) si nascondono dietro la bandiera della libertà ma in realtà vogliono solo avere accesso a opportunità di dubbia legalità…
    il problema è che fa figo aver l’iPhone, e, purtroppo, per molti fa altrettanto figo installare giochi non pagati…
    come diceva Prince, sign o’ the times

    Rispondi
  7. Mi pare tutto abbastanza ragionevole, solo che l’impossibilità di usufruire completamente delle potenzialità di un dispositivo, tipo bluetooth, radio, videochiamate su umts, fa un po’ rabbia.
    Il soft disponibile sui itunes copre praticamente le esigenze di ogni tipo di utente, spesso gratuitamente o a prezzi irrisori, quindi diventa quasi inutile complicarsi la vita con market paralleli.
    Solo che spesso certe app non esistono se non sul market parallelo…
    Che fare?
    Esiste Android che è il paradiso di ogni smanettone, e va benissimo anche per gli utenti che magari non installeranno mai un’app.
    Ho come l’impressione che i googlefonini monopolizzerano il mercato, assottigliando la quota di iPhone e relegandola ad un’utenza meno smanettona ma comunque esigente, un po’ com’è con i pc windows e pc mac, col risultato che gli hacker dedicheranno sempre più tempo ad Android a discapito della mela. Ma è solo una mia impressione

    Rispondi
  8. @Gianluca
    infatti ci tengo a sottolinearlo sicuramente tu sarai l’eccezione però la maggiorparte della gente non la pensa come te.
    in ogni caso trovo assurdo scaricare materiale pirata che originale ha costi veramente irrisori (0,79c e 1,59c), trovo invece ridicolo che invece che delle applicazioni come i navigatori più blasonati costino un marea di soldi e non ti danno neanche l’hardware.

    Penso inoltre che se tu te ne vai a comprare una giacca firmata che ti costa 600€ non arrivi a casa e ci cuci su delle belle toppe con il logo di batman per fartela piacere.
    questo per dire che quello (l’iphone) è il prodotto, se cosi non ti va bene…semplicemente non lo compri.

    Rispondi
  9. @ Vikente : Ti quoto in pieno! Coloro che hanno iPhone JB lo fanno giusto per il gusto di farlo; la maggior parte delle App hanno dei costi irrisori e le features che offre un JB sono secondo me marginali, tanto che poi vengono implementate il piu’ delle volte con la nuova versione di iOs.. Altra riflessione : se pensate che uno da con “leggerezza” 1 euro ad un parcheggiatore abusivo penso che spendere una cifra equivalente o anche superiore per un app che riteniamo utile non ci riduca proprio sul lastrico!

    Rispondi
  10. io ho fatto il jailbreak: la prima volte con la nuova versione di greenpois0n, tutto bene,mi diceva il programma,ma quando andavo sull’ipod cydia nn caricava.Ho resettato e riscaricato,ma nulla. Poi ho trovato la vecchia versione di greenpois0n ,quella che dice Browse e devi scegliera la versione,e cydia si è messo.In questo commento volevo dare una risposta a ciunque la voglia.

    Come eliminare il simbolo jailbreak dopo l’accensione direttamente da ipod/iphone?

    Ecco,Andate in cydia e cercate un’animazione per il vostro dispositivo:
    Poi installate ed andate su Impostazioni e cercate da lì BootLogo(in basso)
    e spuntate apple logo , o anche quello che avete scaricato…

    Ora altra domanda,QUESTA VOLTA LA RISPOSTA DATEMELA VOI,please!

    mySMS nn mi funziona!! lo apro e nn parte! a proposito…190sms funziona anche senza un account vodafone e senza internet??

    e poi, è possibile collegarsi ad internet senza una rete wi-fi o 3g(a proposito,la rete 3g cosè? funziona senza internet?)

    Rispondi
  11. RISPONDETE! PLEASE! E COMMENTATE! p.s. nn stavo gridando XD
    ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    !! ! !! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! !

    Rispondi
  12. ho capito cos è la 3g…ma è gratis con cydia???????????????

    RISPONDETE! PLEASE! E COMMENTATE! p.s. nn stavo gridando XD
    ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    !! ! !! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! !

    Rispondi
  13. Comunque quest’articolo è PERFETTO. E’ tutto VERISSIMO!

    Ma cmq il jailbreak serve…ma da quando l’ho fatto stò impaurito ancora mi bloccano l’ipod…
    ||| ||| |||||||||
    ||| |||| ||| |||||
    |||| ||| ||||
    ||| ||| ||| |||||
    ||| ||| |||||||||| se lo copiate siete copioni! XD

    Rispondi
  14. …mi sono tolto un peso dallo stomaco…HO RESETTATO L’IPOD!
    il mio ipod touch 2G 4.2.1 è finalmente libero!!

    ___________Mi dite un sito dove posso trovare dei video-trucchi “interattivi” tipo quello che si rompe lo schermo?______________

    Rispondi
  15. RISPONDETE! PLEASE! E COMMENTATE!
    ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    !! ! !! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! !

    RISPONDETE! PLEASE! E COMMENTATE!
    ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^ ^
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    | | | | | | | | | | | | | | | |
    !! ! !! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! !

    Rispondi

Lascia un commento