Element, un concept diventato realtà

di Pietro Greco 183 views0

Diverso tempo fa, i ragazzi di Theehalax lo avevano detto “iPhone ha bisogno di una nuova Home Screen“, realizzando un concept di una home screen più funzionale per iPhone, che, per dirla con parole loro, “non ti costringa a cercare pallini rossi con dentro numeri” (esplicito riferimento ai badge presenti sulle icone delle applicazioni per indicare nuovi eventi ).

L’interfaccia dovrebbe essere composta da una lista scrollabile di di applicazioni e relative notifiche, come avviene per l’app nativa Calendario, che consentano di accedere velocemente a informazioni come chiamate perse, mail o messaggi in arrivo, notifiche dell’attività Facebook, previsioni meteo e tanto altro. Il limite, dicono, è il numero di applicazioni installate.

Detto fatto? Quasi. Dato l’elevato numero di richieste pervenute al loro sito chiedendo che il concept venisse trasformato in realtà, Geoff Teehan e Jon Lax hanno contatto quel genio di Jay Freeman, aka Saurik e creatore di Cydia, con il quale hanno iniziato una collaborazione per dare vita a Element – nome comunicato da Theenhanlax in uno degli ultimi update su Twitter.

Tramite un post sul loro blog, invece, T+L ci fanno sapere che l’applicazione e le tecnologie necessarie al suo funzionamento sono ancora in fase di sviluppo e che quindi la prima versione rilasciata sarà differente dal progetto iniziale.

Una prima sostanziale differenza risiede nel fatto che le informazioni saranno visualizzate solo sulla lock screen, così come avviene per LockInfo, estensione di Mobile Substrate creata da David Ashman, invece che sulla Home Screen. Element si baserà su un nuovo framework che Saurik sta scrivendo e che si chiama Cydget e richiederà ovviamente che iPhone sia jailbroken per poter essere installato ed eseguito.

Nulla di preciso è dato da sapere circa la data di rilascio, se non che è slittata per dei bug dell’ultimo minuto. Di sicuro non è per niente lontana. Per ulteriori dettagli potete seguire Saurik o Theeandlax su Twitter, che aggiornano più spesso rispetto al blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>