Doppia leggerezza di Apple tra iPhone 8 ed iPhone 11: multa pesante

di Francesco Bianco 634 views0

Arriva una brutta batosta per Apple direttamente dall’Italia, in relazione ad alcune scelte comunicative (e non solo) dell’azienda per quanto concerne prodotti come i vari iPhone Plus 8, ‌iPhone‌ 8 Plus, iPhone XR, iPhone XS, ‌iPhone XS‌ Max, iPhone 11, ‌iPhone 11‌ Pro e iPhone 11 Pro Max. Apple è stata sanzionata con una multa di 10 milioni di euro (12 milioni di dollari) dall’organismo di vigilanza antitrust italiano per pratiche commerciali sleali legate al marketing dell’iPhone nel paese.

iPhone 8

Cosa viene contestato a Apple tra iPhone 8 ed iPhone 11

Una questione che approfondisce quanto riportato da diverse fonti nei giorni scorsi, a proposito delle offerte concepite da Amazon sui vari iPhone 11 ed iPhone 12, secondo il report a tema Cyber Monday 2020. In particolare, Apple è stata accusata di affermazioni fuorvianti nei messaggi promozionali su quanto è profondo e per quanto tempo gli iPhone possono essere immersi nell’acqua senza subire danni.

Nel materiale di marketing relativo a ‌iPhone Plus 8, ‌iPhone‌ 8 Plus, iPhone XR, iPhone XS, ‌iPhone XS‌ Max, iPhone 11, ‌iPhone 11‌ Pro e iPhone 11 Pro Max, Apple ha affermato che i suoi iPhone sono resistenti all’acqua a una profondità compresa tra uno e quattro metri fino a 30 minuti, a seconda del modello.

Tuttavia, secondo il regolatore della concorrenza del paese, i messaggi non hanno chiarito che le affermazioni sono vere solo in condizioni specifiche, ad esempio durante test di laboratorio controllati con l’uso di acqua statica e pura, e non nelle normali condizioni di utilizzo da parte dei consumatori.

Il regolatore ha anche contestato i termini di garanzia di Apple, che non coprono i danni causati dai liquidi. L’autorità ha ritenuto inopportuno spingere una pratica commerciale “aggressiva” che evidenzi l’impermeabilità come caratteristica, rifiutando allo stesso tempo di fornire assistenza post vendita in garanzia se i modelli “iPhone” in questione subiscono danni causati dall’acqua.

Questa non è la prima volta che Apple cade sotto il radar dell’antitrust italiano. Nel 2018 Apple è stata multata di 10 milioni di euro (circa 11,5 milioni di dollari) per “obsolescenza programmata” dei suoi smartphone, a seguito delle indagini del regolatore sulle segnalazioni di rallentamenti della batteria dell’iPhone. Staremo a vedere se per questi fatti contestati tra iPhone 8 ed iPhone 11 ci sarà o meno una replica ufficiale di Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>