HTC boss: “iPhone non è per i giovani”

Spread the love

Arrivano delle strane dichiarazioni dal capo di HTC, Martin Fichter, in merito ad iPhone 5 e al clamore che sta suscitando l’uscita di questo dispositivo.

Apple è innovativa. Samsung è innovativa. Stiamo innovando. Ognuno pensa ad innovare. E tutti stanno facendo cose diverse per i consumatori finali. Ho portato mia figlia a scuola – lei è giù a Portland at Reed – e ho parlato con alcuni dei ragazzi presenti. Nessuno di loro ha un iPhone perché mi hanno detto: “Mio padre ha un iPhone”. C’è una cosa interessante che sta accadendo nel mercato. L’iPhone diventa un po’ meno freddo di quanto non fosse. Possedevano un HTC. Possedevano un Samsung. Giravano anche con dispositivi di presunta provenienza cinese. Se si guarda a un campus universitario, i MacBook Air sono all’ordine del giorno. Gli iPhone invece un po meno. Da noi qui si utilizzano iPhone, ma i nostri ragazzi non li trovano più così in.

Io penso invece che l’iPhone sia il dispositivo perfetto per i giovani. Esso permette loro di navigare in rete, di ascoltare musica, di giocare e chi più ne ha più ne metta. Voi cosa ne pensate?

via | 9to5mac

 

2 commenti su “HTC boss: “iPhone non è per i giovani””

  1. Io credo che HTC si sbagli, in America magari può essere così, anche se ne dubito, magari per lo studio preferiscono iPad o altri prodotti Apple. Io vedo che nella mia scuola, e non solo, molti alunni/e e professori hanno cambiato o vogliono cambiare i loro telefoni con un iPhone, che con alcune apps può diventare una sorta di computer, dilemma è lo schermo un piccolo, (ma per quello c’è l’iPad). Per le sue dimensioni ridotte e alle apps per visualizzare e modificare files è un ottimo sostituto del computer, tanto è che visto che a scuola possiamo utilizzare i libri digitali io uso il mio device per leggerli e studiarci e molti miei compagni di classe e di scuola sono intenzionati o a comprare un iPhone o un iPad… Quindi non è vero che non è prodotto per giovani, anche se abbassando un po’ i prezzi avrebbero più clienti

    Rispondi

Lascia un commento