Greenpeace avverte Apple: iCloud inquina troppo

di Alessandro Moretti 103 views0

Greenpeace, dopo una visita all’interno del data center Apple nel North Carolina, ha giudicandolo negativamente lo stabile per il modo in cui lo alimenta. I pannelli ad energia solare generano solo il 10% dell’energia necessaria per far funzionare la struttura, mentre il restante 90% viene ricavato dal consumo di energia elettrica.

Per fornire servizi iCloud, Apple ha notevolmente ampliato il proprio data center. Ha investito almeno 1 miliardo di dollari in un “iDataCenter” nel North Carolina, uno dei più grandi centri dati al mondo, e ha appena annunciato un altro impianto da costruire in Prineville, Oregon. Purtroppo, entrambi questi investimenti sono alimentati principalmente da centrali a carbone. Data la mancanza di trasparenza e dell’impegno nel voler alimentare iCloud con energie rinnovabili, Apple si sta trovando dietro ad altre aziende come Facebook e Google, che stanno dandosi da fare per aiutare l’ambiente.

Anche ad Amazon e Microsoft sono state bacchettate dal gruppo ambientalista, mentre Facebook e Google si sono aggiudicate un punteggio più alto.

via | CultOfMac

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>