Apple in calo nel Q2, colpa dell’iPhone 6S?

di Francesco Bianco Commenta

Apple in calo nel Q2, al punto che diversi addetti ai lavori in questi giorni hanno puntato il dito contro un iPhone 6S in crisi rispetto a quanto riscontrato con i suoi predecessori, in primis l'iPhone 6

iPhone 6S

Sono risultati finanziari sui quali riflettere quelli di Apple nel corso del Q2, per quanto riguarda soprattutto la questione riguardante il tanto discusso iPhone 6S.

Questo quanto dichiarato da Tim Cook a tal proposito:

“Il nostro team ha reagito molto bene di fronte alle forti turbolenze macroeconomiche. Siamo molto soddisfatti della costante crescita dei ricavi provenienti dai nostri servizi, grazie soprattutto alla forza dell’ecosistema Apple e al miliardo di dispositivi attivi in tutto il mondo”.

Importante anche quanto affermato da Luca Maestri, direttore finanziario dell’azienda:

“Abbiamo generato un forte flusso operativo ci assa pari a 11,6 miliardi di dollari e abbiamo restituito 10 miliardi di dollari agli azionisti, attraverso il nostro programma di ritorno del capitale. Grazie alla forza dei nostri risultati, siamo felici di annunciare un ulteriore aumento del programma di ritorno del capitale per una cifra pari a 250 miliardi di dollari”.

Staremo a vedere come andranno le cose durante il Q3, in primis per l’iPhone 6S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>