Google Keep è migliore dell’utility Note di Apple?

di Redazione 285 views0

Spread the love


In questi giorni Google ha ufficialmente presentato il nuovo servizio Google Keep, l’applicazione che permette la scrittura e l’archiviazione di note con estrema semplicità. Dopo alcuni giorni di test, una domanda campeggia nelle menti di tutti noi: “Google Keep potrà sostituire l’utility Note di Apple?”.

L’applicazione, come già indicato in precedenza, permette di scrivere e archiviare le note con estrema semplicità; in pochi passi potete prendere appunti velocemente e, parallelamente, salvarli online in modo da averli sempre a portata di mano. Scorrendo le caratteristiche dell’utility è possibile inoltre trascrivere automaticamente le note vocali, utilizzare i widget della schermata home per un accesso più rapido, assegnare colori differenti alle note per recuperarle più rapidamente, scorrerle per archiviarle nel caso in cui non servano più, trasformarle in elenchi aggiungendo delle caselle di controllo e, naturalmente, salvarle nel cloud per potervi accedere in un qualsiasi momento.

Queste sono le caratteristiche di Google Keep, ma sono davvero migliori dell’utility Note di Apple?. Noi tutti conosciamo le funzionalità di quanto pre-installato in iOS, da un punto di vista grafico la qualità sembra essere decisamente migliore nel prodotto dell’azienda di Cupertino.

Al solito il risultato ottenuto da Apple sconfigge decisamente Google, non lasciandole via di scampo da un punto di vista prettamente grafico. In termini di caratteristiche abbiamo una quasi totale uguaglianza nel complesso; in entrambe le situazioni è possibile salvare e condividere gli elementi tramite il cloud, assegnare tag e colori alle singole note, creare caselle di controllo e particolari elenchi.

Come potete notare i risultati sono veramente simili l’uno all’altro, tanto che personalmente non noto una così grande differenza fra i servizi in questione. In conclusione possiamo sostenere che l’utility Note di Apple e Google Keep non presentano grandi differenze, tanto da considerarle praticamente uguali l’una all’altra.

Voi che ne pensate? Ritenete che Google abbia ottenuto un migliore risultato rispetto ad Apple?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>