DxOMark analizza la fotocamera dell’iPhone X: ecco i primi risultati

di Francesco Bianco Commenta

DxOMark analizza la fotocamera dell'iPhone X, stando ai primi risultati trapelati in Rete oggi 9 novembre per i suoi potenziali acquirenti. In cosa consiste lo studio?

Arriva direttamente da DxOMark il primo verdetto per quanto riguarda la fotocamera dell’iPhone X, visto che alcuni test sul campo consentono già di dar vita ad un primo raffronto a distanza con alcuni top di gamma Android.

Come si posizione lo stesso iPhone X in questo particolare contesto? Il verdetto consente di esaminare in primis alcuni punti di forza indiscutibili per il nuovo top di gamma commercializzato di recente da Apple:

“Con un punteggio di 101, l’iPhone X raggiunge il miglior risultato mai registrato su uno smartphone, superando i due precedenti leader che sono Huawei Mate 10 Pro e Samsung Galaxy Note 8. I punti di forza sono le ottime esposizioni, le immagini HDR, un rendering preciso dei colori, ottimi dettagli a basso rumore e una splendida modalità Ritratto”.

Quanto alla questione della registrazione dei video, DxOMark ha messo in evidenza alcuni elementi che fanno pendere la bilancia maggiormente verso il Pixel 2:

“La scarsa illuminazione rimane ancora impegnativa per i video registrati tramite iPhone X, tuttavia, con una notevole sottoespossizione, notiamo solo un po’ di rumore e minime irregolarità nell’autofocus. Considerate le condizioni del test, questi piccoli difetti restano accettabili. Eccellente la stabilizzazione dei video, a parte qualche occasionale oscillazione visibile nelle riprese effettuate durante una passeggiata”.

Intanto, in giro per il mondo, la risposta da parte di coloro che hanno deciso di acquistare un iPhone X è stata piuttosto buona, soprattutto se confrontata con l’iPhone 8.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>