BrailleTouch: su iPhone un semplice sistema di typing per ciechi

di Lorenzo Paletti 1

I ricercatori della School of Interactive Computing al Georgia Tech hanno sviluppato il prototipo di una applicazione per iPhone chiamata BrailleTouch. Come già intuibile dal nome, l’applicazione promette di rivoluzionare il modo in cui persone cieche o con problemi di vista utilizzano iPhone. L’applicazione ha sei pulsanti (tre per ciascuna) ai due lati del display. Quando utilizzato in orizzontale, il telefono si trasforma sostanzialmente in una tastiera braille a cui l’utente può accedere come visibile nel video pubblicato in apertura di questo articolo.

BrailleTouch, secondo i suoi creatori, è sei volte più veloce delle altre soluzioni per la scrittura di testo disponibili per persone con problemi di vista, e aumenterà la velocità di digitazione a 32 parola al minuto con il 92 percento di accuratezza. Mentre l’applicazione è al momento stata sviluppata esclusivamente su iOS (c’è anche una versione per iPad in lavorazione) gli sviluppatori intendono renedere BrailleTouch disponibile per tutte le piattaforme smartpohne.

via | TUAW

Commenti (1)

  1. perplessa. io sono cieca e conosco il braille ma uso iPhone da 2 anni e mezzo con la tastiera normale.
    Non ci credo al fatto che si possa arrivare a così tante parole al minuto come dicono loro, perché…
    1. questa app funziona con voiceover spento. per cui una volta che la apri devi disattivarlo con 3 volte tasto home. poi mettere il telefono in orizzontale -se non lo è già e se l’applicazione non si arrangia a farlo-, posarlo su un piano, e usare le 2 mani per scrivere
    – il braille viene usato quello tradizionale a 6 punti, quando invece tutte le tastiere braille di ‘sto mondo ce l’hanno a 8 e questo facilita perché, per scrivere un numero o una maiuscola con il braille a 6 bisogna scrivere 2 caratteri. col braille a 8 basta uno
    Poi comunque questo tipo di scrittura a 2 mani, fa perdere l’utilità all’iPhone, nel senso che questo dispositivo la sua peculiarità è essere usato anche in mobilità. camminando, per esempio
    Mi potrebbe andare bene, un’app del genere, per iPad. se proprio sei una frana con la tastiera touch, allora almeno su quello schermo grande stai largo a scrivere
    se invece scrivi con la tastiera normale su iPhone c’è la possibilità di attivare su voiceover la modalità tocco, il che significa, tu sei in piedi che cammini hai addosso un auricolare con o senza cavo, con la mano in tasca e scrivi col pollice. trovi la lettera lui la dice -voiceover, intendo- alzi il dito e la conferma
    eccetto i tasti invio, elimina ed altri numeri, che hanno bisogno del doppio tap per conferma
    però che senso ha tutto ‘sto casino sull’iPhone? spegnere voiceover. scrivere in braille. riaccendere voiceover e forse riuscire ad aprire l’applicazione sms, o mail o comunque sia…
    poi c’è da capire quale braille usano
    quello europeo, quello americano, quello italiano, quello svedese… lo standard per l’informatica è quello tedesco, che è lo standard europeo ma se non hai il braille a 8 punti non si riesce a riprodurlo in modo corretto.
    Io per me, le tastiere braille dovrebbero essere integrate sull’iPhone. come quella delle emoji che poi estendi con una app di terze parti che è emoji free. però da impostazioni generali tastiera la puoi attivare e usarla in contemporanea con voiceover volendo. questi qua ricercatori vogliono strafare, evidentemente
    per metterci la voce della signorina che parla con voce suadente quando digiti una lettera, ti fanno fare il giro del mondo per poter scrivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>