iCoatto, tira fuori il tamarro che è in te

di Roberto Coluccio 852 views1

Pensavate di averle già viste tutte? Credevate di poter trovare su App Store qualsiasi utility, o “inutility” che la vostra immaginazione avrebbe potuto partorire? Ebbene: credo dobbiate ricredervi.

Sbarca su App Store l’applicazione dedicata a tutti i coatti del mondo: iCoatto.

Quest’estate prendi in giro i tuoi amici, chiedendo a Romoletto una frase delle sue, ne ha più di 200, per tutte le occasioni:

AHO! MA QUELLA E’ LA TU’ REGAZZA O STAI A FA’ VOLONTARIATO?

“AHO! MO TE FACCIO DU’ OCCHI TARMENTE NERI CHE SE TE METTI A MASTICA’ ER BAMBU’ ER WWF TE PROTEGGE!”


Per ascoltare (in Romanesco) e leggere (in Italiano) le battute di Romoletto ci basterà agitare il nostro dispositivo.

Potremo poi riascoltare (pulsante “arisenti”) oppure condividere la battuta con i nostri amici via SMS e via e-mail tramite gli appositi pulsanti.

Volendo possiamo anche contribuire “alla causa” sottomettendo via e-mail le nostre battute al giudizio degli sviluppatori, che assicurano di aggiornare il database delle battute periodicamente.

iCoatto è ottimizzato per il Retina Display di iPhone 4 ed iPod touch di ultima generazione. E’ compatibile con tutti gli altri iDevice purchè abbiano installato iOS 4.0 o successivi.

Non sarà l’App più utile presente su App Store, però per 0,79€ potrete scaricare (link) sicuramente qualche sorriso sul vostro dispositivo.

Commenti (1)

  1. scusate una cosa… questa app è carina e fino a quì tutto ok.
    Ho cercato di mandarvi le mie apps più volte ma non ne avete mai recensita nemmeno una. Ora… io non voglio fare delle discussioni, però almeno iBaby penso sia all’altezza di iCoatto… o no? In caso contrario, fatemi sapere dove sbaglio e sarà mia premura aggiornare l’app in modo che sia recensibile.
    Grazie
    Canducci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>