Google è intenzionata ad acquisire WhatsApp Messenger per 1 miliardo di dollari

di Denis 252 views0

La notizia è di quelle che tolgono il fiato, Google sarebbe intenzionata ad acquisire WhatsApp Messenger, la celebre applicazione di messaggistica istantanea, ad una cifra che sì aggirerebbe attorno al miliardo di dollari. L’indiscrezione è trapelata da una fonte interna all’azienda, che ha annunciato una “intensa trattativa”.

Nell’ultimo periodo in rete si è molto parlato delle intenzioni di Google di unificare sotto un unico servizio tutte le proprie utility di messaggistica istantanea. Questi dovrebbe venire presentato nel corso dell’I/O in programma verso la metà di maggio e, secondo le indiscrezioni, portare alla sostituzione di tutti quei servizi che l’azienda di Mountain View ha attualmente attivi, almeno riguardanti la messaggistica istantanea.

Partendo dai suddetti rumors, considerare una possibile acquisizione da parte di Google non è più un’utopia, anzi potrebbe essere un’apprezzabile realtà. Analizziamo innanzitutto il prezzo, l’app di WhatsApp Messenger riesce ad offrire un guadagno ai produttori di circa 100 milioni di dollari l’anno, quindi l’acquisto ad oltre 1 miliardo di dollari potrebbe risultare decisamente conveniente, ed accettabile, date le premesse.

Il motivo per cui Google sarebbe interessata all’acquisto ormai dovreste averlo capito tutti, offrire ai propri utenti il migliore servizio al mondo e, perchè no, integrare alcune funzionalità di WhatsApp Messenger anche nell’ormai imminente Google Babel.

Date tutte le precedenti considerazioni, proviamo a pensare a cosa potrebbe accadere se Google avesse tra le mani le enormi potenzialità di uno dei software di messaggistica istantanea più famosi al mondo. Il risultato non potrebbe che essere fantastico, l’azienda di Mountain View ha da sempre lavorato ottimamente con tutti i propri prodotti, quindi una così importante acquisizione non potrebbe che giovare a tutti noi.

Al momento, naturalmente, non vi è nulla di ufficiale ne di confermato. Sia per Google Babel, che per l’acquisizione, nessuna notizia è stata riportata dall’azienda o da altre società coinvolte, pertanto dobbiamo prendere quanto affermato con le giuste precauzioni. Ad oggi sono solamente supposizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>