Class action contro Apple: tutta colpa degli iPhone sostitutivi

di Francesco Bianco 363 views0

Notizie poco incoraggianti quelle che arrivano dagli Stati Uniti per quanto concerne Apple ed i suoi iPhone 6S, visto che gli utenti hanno dato vita ad una vera e propria class action.

Ecco quanto emerso direttamente dagli autori di questa nuova class action:

“I piani Apple affermano di fornire ad Apple dispositivo che sono “equivalenti a quelli nuovi in termini di prestazioni e affidabilità.” Intendendo con “nuovo” dei prodotti rimessi a nuovo che non possono mai essere equivalenti al nuovo in termini di prestazioni e affidabilità. I querelanti sostengono che “rimessi a nuovo “significhi piuttosto “ricondizionato” e un dispositivo simile è solo un’unità di seconda mano modificata per sembrare nuova […].
“Nuovo” significa un dispositivo che non sia mai stato utilizzato o precedentemente rivenduto, e consiste di componenti tutte nuove. La parola “ricondizionato” compare soltanto una volta nei Termini e Condizioni di AppleCare+ nonostante il libretto stampato arrivi a ben 33 pagine”.

Si attendono nuove prese di posizione da parte di Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>