Uber a rischio su iPhone: arriva l’ultimatum di Apple

di Francesco Bianco Commenta

Uber a rischio su iPhone, al punto che proprio in questi giorni è arrivato un vero e proprio ultimatum da parte di Apple per il team. Ecco quanto avvenuto

Uber ha rischiato di dover dire addio all’App Store e a milioni di utenti in possesso di un iPhone. In realtà il pericolo c’è sempre, in quanto il colosso di Cupertino ha smascherato una pratica ingannevole da parte dei realizzatori della nota app che tanto ha fatto discutere in Italia nel corso delle ultime settimane.

Questo quanto trapelato di recente a proposito dell’approccio avuto dal team Uber sulla questione della localizzazione degli utenti, come potrete notare:

“Il CEO di Uber Kalanick disse ai suoi ingegneri di “isolare” la sede Apple di Cupertino nella georeferenziazione, così da poter identificare digitalmente per persone che esaminavano il software di Uber in una posizione specifica. Uber avrebbe poi oscurato il proprio codice “fingerprinting” per non farlo vedere a chi testava l’app nella zona selezionata, così da evitare una sicura bocciatura. In pratica, i dipendenti Apple nella sede di Cupertino non potevano vedere questo pezzo di codice che assegnava un’identità persistente su ogni iPhone”.

A quanto pare, Apple ha già fatto sapere di non voler accettare compromessi sotto questo punto di vista, al punto che ulteriori mancanze evidentemente non saranno perdonate a Uber. Staremo a vedere come evolverà questa strana storia nei prossimi mesi per il pubblico della mela morsicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>